Il progetto Web.UP ha come obiettivo la portabilità di Sme.UP ERP in contesto web.

Genesi

Sme.UP ERP, nato in ambiente AS/400 e fruibile in origine solo tramite terminali 5250, ha visto la propria evoluzione grazie all’applicazione client-desktop Looc.UP che ne decretò un forte rinnovo in linea con applicazioni di stampo Windows.

Looc.UP, sviluppato con tecnologia Java e Delphi, permise grazie ad un linguaggio di scripting (script di scheda) di colmare il gap generazionale tra applicazioni Windows e Sme.UP ERP, recuperando tutta la logica applicativa di Sme.UP, i dati ed i programmi rpg.

In breve, un programmatore RPG (in gergo smeupper) completamente digiuno di programmazione ad oggetti e linguaggi di alto livello, poteva progettare soluzioni grafiche custom in linea con le esigenze del cliente, semplicemente agendo sugli script di scheda residenti su Sme.UP ERP.

L’obiettivo di rinnovamento era stato raggiunto ed implicitamente si ottenne:

  • una veste grafica a ciò che fino a prima era definito “ambiente carattere”
  • arricchimento dell’ERP di tutte quelle funzionalità tipiche del mondo PC (esportazioni in excel, grafici, drag&drop, colori, upload/download di files, visualizazione documenti, etc…)
  • recupero del pregresso con il minimo sforzo
  • strumenti per integrazione con diverse tecnologie
  • più forza durante la trattativa commerciale

La repentina obsolescenza ed il continuo mutamento delle tecnologie informatiche, nonchè la disponibilità di connessione dati in banda larga in tutto il pianeta ha però spostato sempre più l’attenzione verso il mondo web, con la naturale tendenza a preferire soluzioni web/mobile anzichè soluzioni di tipo client-desktop.

“Web” evoca interfaccia sobria ed intuitiva, responsive, fruibile da qualsiasi dispositivo mobile che abbia un browser o un’app dedicata (smartphone, tablet, netbook, notebook…) ovunque e costantemente.

La sfida di Sme.UP: dare ai propri clienti Sme.UP ERP nella forma Web, recuperando il più possibile quanto fatto in passato, in termini di logica applicativa, dati, programmi rpg e script di scheda.

Nasce il progetto Web.UP e con esso Sme.UP riesce nuovamente a rinnovare il proprio ERP.

Web.UP oggi

Con approssimazione possiamo vedere Web.UP come il porting di Looc.UP in contesto Web.

Approssimazione in quanto non tutte le funzionalità di Looc.UP sono presenti in Web.UP e viceversa, non tutte le funzionalità di Web.UP sono presenti in Looc.UP.

Porting in quanto tutto ciò che è stato sviluppato per Looc.UP (in termini di codice rpg e script di scheda) funziona in Web.UP senza alcun intervento da parte dello smeupper, al netto delle funzionalità non ancora implementate per vincoli tecnologici o per decisioni strategiche.

Tecnologia ed architettura

Web.UP è sviluppato con tecnologia JSF (Java Server Faces).

Rispetto a Looc.UP necessita di un application server che implementi la specifica JEE e del service provider Sme.UP Provider per l’integrazione con Sme.UP ERP.

Web.UP utilizza Payara come application server di riferimento.

Web.UP, analogamente a Looc.UP, interpreta l’XML prodotto da API Sme.UP ERP ma diversamente da Looc.UP necessita di un layer di comunicazione con Sme.UP ERP fornito da Sme.UP Provider.

Tipicamente l’infrastruttura più comune e semplice di un’installazione Web.UP comporta una macchina Windows Server, su cui viene installato l’application server Payara con la web application WebUP ed il provider di servizi Sme.UP Provider.
Non è necessario che Payara e Sme.UP Provider risiedano sulla medesima macchina, tant’è che alcune soluzioni prevedono Sme.UP Provider su server Windows, e Payara su server Linux.
Non è necessario che la macchina su cui è installato Payara raggiunga Sme.UP ERP.
E’ necessario invece che la macchina su cui è installato Payara raggiunga la macchina su cui è installato Sme.UP Provider e a sua volta, la macchina su cui è installato Sme.UP Provider raggiunga Sme.UP ERP.

In breve la comunicazione: