In questo articolo introduciamo i nuovi oggetti lunghi V6, usati per gestire i codici oggetto superiori a 15 caratteri.

Cosa sono gli oggetti V6

Lo scopo della £IV6 è quello di poter gestire in Smeup ERP degli oggetti con codice identificativo lungo (cioè con un numero di caratteri superiore a 15), come ad esempio delle FUN oppure delle URL, i percorsi di file etc… in modo univoco e controllato.

Fino ad ora, per ovviare a questo problema si doveva ricorrere ad alias oppure utilizzare i paramenti estesi: il problema era che in questo modo non erano classificabili come oggetti per Smeup.

Come funzionano questi oggetti?

Viene generato un hash univoco alfanumerico di 7 caratteri, che corrisponde alla stringa di partenza, che ci permette di referenziare questa stringa all’interno del sistema. Ora nel sistema abbiamo a disposizione 30 mila caratteri.

Nell’immagine seguente possiamo vedere un esempio di XML con presente una colonna che contiene il nostro codice hash, che grazie all’ API £K50 viene risolto.

codice in cui è possibile vedere l' HASH riferito a oggetti lunghi v6
Possiamo vedere il codice hash nella prima colonna.

Come utilizzare gli oggetti V6

Per le funzioni tecniche necessarie ad utilizzare la £IV6 vi rimando alla documentazione di questa API presente nel sistema Sme.UP ERP.

Come testare l’API £IV6

Esistono delle schede di test create appositamente per vedere il funzionamento di questa API.

Per potervi accedere è sufficiente digitare nello spotlight di webup/Loocup la stringa “API £IV6”. A questo punto si aprirà la dashboard dell’oggetto. Per visionare tutti gli esempi basterà cliccare, nella bottoniera in basso, sulla voce “Scheda di test”.

Esempio

Vediamo insieme un esempio di funzionamento della £IV6:

In questo esempio andremo a creare degli oggetti V6 corrispondenti a delle URL.

Nella seguente immagine vediamo che viene creato l’oggetto:

Ora andiamo a vedere come viene costruita una matrice in cui gli viene passato, al posto della stringa contente la URL, il nostro hash.

Ora a questo punto nel sistema sarà possibile utilizzare questo Hash ovunque. Utilizzandolo si arriverà sempre alla URL associata.

Essendo un oggetto possiamo farci restituire la sua stringa associata come suo OAV.

A questo link è possibile trovare il video che mostra in modo più dettagliato un esempio.