In Looc.UP è presente una funzionalità ereditata da Sme.UP Provider, ovvero la possibilità di attivare l’interfaccia HTTP e di poter rispondere a funzioni richiamate tramite questo canale.

 

Introduzione

Rispetto a Sme.UP Provider, Looc.UP, aggiunge l’interfaccia grafica.

Sarà così possibile l’esecuzione di funzioni interattive, ad esempio aprire una scheda.

Tramite questo canale si apre Looc.UP all’integrazione con altri applicativi in modo abbastanza semplice. Ad esempio, all’arrivo di una telefonata, il software del centralino potrebbe chiamare Looc.UP passando il numero di telefono entrante. Looc.UP andrebbe a richiamare un servizio su AS400 e questo, risalendo al contatto,  aprire la scheda, inviare una notifica, ecc…

 

Attivare l’interfaccia http

Per attivare l’interfaccia http è possibile agire sia tramite riga di comando che a livello di connessione.

Se Looc.UP è avviato tramite riga di comando bisogna aggiungere il valore

--http:numero_porta

ad esempio

--http:8000.

Se Looc.UP è avviato tramite il go, sarà necessario intervenire sul file che definisce la connessione: dal Sme.UP GO, funzioni avanzate, Cartelle,  Apri cartella delle connessioni personali.

Una volta aperto esplora risorse, sarà necessario individuare la cartella della connessione che ci interessa, entrarvi e modificare il file con estensione “s01”, andando ad aggiungere gli attributi HTP=”Yes”  e HTPPORT=”8000″.

Qui riportiamo un esempio di un file di connessione (GRA_COM.S01):

<?xml version="1.0" encoding="WINDOWS-1252"?>
<Base><SecList><Setup SYS="AS400.DOMINIO.COM" USR="UTENTE" PWD="" ENV="ENV_AS400" ASUP="No" SRV="" HTP="Yes" HTPPORT="8000"/></SecList></Base>

 

Richiamare una fun

Per richiamare una fun, è stato predisposto il bat http_client.bat Si trova nella cartella di installazione in LOOCUP_SCP.

Riceve un solo parametro (l’url da richiamare):

<percorso_installazione_loocup>\LOOCUP_SCP\http_client.cmd "http://localhost:<porta>/CommandService?fun=<fun>&codcon=_DEFAULT"

Le parti racchiuse tra < e > vanno sostituite.

Ad esempio, se ho Looc.UP, installato in C:\Program Files (x86)\Loocup che sta in ascolto sulla porta 8000 (impostata col parametro –http:8000) a cui richiedo la fun F(EXD;*SCO;) 1(AR;ART;A01) G(NFI), dovrò richiamarlo tramite questo comando:

C:\Program Files (x86)\Loocup\LOOCUP_SCP\http_client.cmd "http://localhost:8000/CommandService?fun=F(EXD;*SCO;) 1(AR;ART;A01) G(NFI)&codcon=_DEFAULT"

E’ anche possibile utilizzare dei client http alternativi (ad esempio un browser): l’unica accortezza è rispettare la sintassi della chiamata http.

Ad esempio in un browser potrò eseguire una fun con questa url:

http://localhost:8000/CommandService?fun=F(EXD;*SCO;) 1(AR;ART;A01) G(NFI)&codcon=_DEFAULT

Le parti variabili sono quelle in grassetto, ovvero la porta e la fun da invocare.

Sicurezza

Looc.UP, quando attiva l’interfaccia http, accetta di eseguire fun senza autenticazione, solo se provengono dalla stessa macchina.

 

Case History

Looc.UP è stato utilizzato per integrarsi a WEBGATE.

Insieme alla possibilità di essere richiamato via porta http, è stata sviluppata la modalità batch: Looc.UP si avvia senza mostrare nessuna interfaccia grafica e rimane in ascolto. Quando riceve una richiesta di apre.

Per far fronte alla necessità di collegarsi a più aziende è stato anche creato un’avvio multiplo: alla partenza del pc si avviano 2 o più Looc.UP che si mettono in ascolto su porte diverse. Da Webgate, in base all’ambiente in cui sto operando verranno richiamati i Looc.UP attivati sui corrispondenti ambienti  Sme.UP.