E’ stata rilasciata una nuova versione dell’A37 in cui la novità più importante è la possibilità di definire l’esecuzione delle exit in modalità asincrona, con la possibilità di attribuire ad ogni A37 in modo specifico una coda lavori, un ambiente di esecuzione diverso da quello del provider ed infine una nuova modalità di exit con il numero e la dimensione delle variabili definito a piacimento.

Perfomance

In questa nuova modalità asincrona la risposta alla richiesta dal provider arriva subito, senza attendere che la exit abbia finito l’elaborazione. Questo consente un accodamento più efficiente delle richieste da parte del provider ed inoltre, in caso di errore nell’esecuzione del plugin, il provider (e di conseguenza il relativo A37) continua a funzionare correttamente.

Questa gestione permettendo inoltre di differenziare le exit in modo che vengano eseguite in code lavori specifiche, ha la possibilità di definire che alcune exit prioritarie possano essere eseguite con parametri di elaborazione del job più efficenti, piuttosto che in lotti di memoria specifici o con numero massimo di lavori attivi differente, pertanto è possibile calibrare rispetto al carico di elaborazione previsto da un singolo plugin anche in funzione del numero e contemporaneità di esecuzioni.

 

Multiambiente

Ora è possibile eseguire la exit in un ambiente diverso da quello del provider, pertanto posso avere un provider unico con uno script A37 di produzione ed un altro specifico per effettuare delle prove in ambiente di test richiamando pertanto una exit diversa, piuttosto che in un unico provider differenti email robot per la gestione dei relativi automatismi per diverse aziende, come anche che la gestione delle telecamere di accesso ai cancelli di diverse aziende.

 

Flessibilità

Contestualmente è stata revisionata la struttura delle exit in modo da poter definire a proprio piacimento il numero e la dimensione delle variabili passate, gestendo pertanto nelle exit le variabili previste dal plugin in modo ottimizzato. Nello specifico, rispetto alle caratteristiche di qualsiasi tipo di plugin è possibile oggi dimensionare l’input della exit in modo da gestire migliaia variabili, come una sola variabile che contiene un buffer.

 

Modalità disponibili

Tutte queste novità sono opzionali. Nello script di configurazione dell’A37 è infatti possibile gestire 3 modalità:
– asincrona
– sincrona (comoda per debug)
– retrocompatibilità (non devo modificare script e/o exit già impostate)

In modalità “retrocompatibilità” script ed exit funzioneranno come precedentemente e non è quindi necessario nessun intervento.