Redup è un progetto di integrazione dei prodotti di Smeup, in particolare di Webup, con RDS ERP. Andiamo ad analizzare quali sono le caratteristiche e le funzionalità di questo interessante progetto.

Redup nasce da un’esigenza di convergenza; rendere fruibile attraverso Webup l’ ERP e le applicazioni RDS. L’obiettivo era quello di creare un prodotto che mantenesse le stesse funzionalità di RDS ma arricchite dal mondo Smeup, quindi sfruttando le schede, i componenti, layouts, mobile, ecc…

Non solo l’ERP di RDS ha tratto vantaggio da questa integrazione: infatti, sfruttando le esigenze di sviluppo di Redup e generalizzandole abbiamo migliorato anche Webup stesso.

L’architettura Redup

Le funzionalità di RDS sono disponibili sul frontend Webup grazie ad un Proxy:

Il proxy funge da middleware e trasforma le richieste che arrivano da Webup (Le FUN) in un formato compatibile con le API REST esposte da RDS. Una volta richiamate sempre il proxy le trasforma nel formato atteso da Webup per renderizzare i dati attraverso la sua interfaccia grafica.

Questa Architettura è interessante perché adattandola è potenzialmente possibile fare interagire Webup con altre parti. Il proxy non è altro che un traduttore che riceve FUN dal lato Webup e le trasforma , in questo caso, in chiamate ai servizi RDS. Se un domani volessimo replicare quest’integrazione con un altro prodotto basterebbe implementare nel proxi il protocollo specifico del prodotto e il risultato sarebbe il medesimo.

I vantaggi

Funzioni di consultazione attraverso schede Smeup

Attraverso l’utilizzo di schede è possibile realizzare funzioni di consultazione e cruscotti alimentati dai dati di RDS attraverso l’uso di servizi specifici. Le schede possono utilizzare la libreria di tutti i componenti presenti in Webup per rappresentare i dati in maniera versatile. Questo permette di modificare rapidamente la visualizzazione grafica degli stessi, senza ricorrere alla scrittura di codice.

dati reperiti da RDS e rappresentati all’interno di schede di Redup


ERP RDS in Webup

Tutte le funzionalità legate all’ ERP ed alle applicazioni RDS vengono integrate in Webup risultando operativamente e funzionalmente utilizzabili.

Per realizzare questo, si è lavorato sull’ implementazione delle API Rest di interfaccia, lato RDS, mentre lato Webup, sono state realizzate ed estese alcune funzionalità non presenti in precedenza.

Al risultato finale vanno quindi aggiunti i vantaggi derivati dalle migliorie apportate a Webup e la possibilità di disporre ora di una API Rest per le applicazioni RDS.


ERP RDS in mobile

Una novità di Redup è la possibilità di utilizzare le funzionalità ERP RDS anche in versione mobile. Le funzioni in versione mobile sono fruibili senza modificare programmi o le API RDS, ma utilizzando i layout del componente Input panel che limita il numero dei campi visualizzati, creando un’interfaccia adatta alla consultazione da mobile. L‘ utilizzo dei layout consente inoltre l’utilizzo di forme grafiche alternative e non presenti in RDS per la visualizzazione delle informazioni.

Redup come progetto pilota d’integrazione

Abbiamo visto l’architettura che caratterizza Redup e i vantaggi che questo progetto ha ad RDS, ampliando le sue possibilità, e a Webup, migliorando il prodotto. Il progetto ha consentito di esplorare l’ambito dell’integrazione di prodotti diversi, sfruttando le possibilità offerte da un frontend completo e moderno come Webup ed arricchendosi dalle soluzioni del mondo Smeup.